Sapevi che un sacco di olio d'oliva italiano non proviene realmente dall'Italia?

Olio d'oliva italiano, in particolare “l'extra vergine,” è un prodotto domestico comune ed essenziale in quasi prodotto domestico comune ed essenziale in quasi.

Fai qualche ricerca, entra nella tua cucina e ispeziona il tuo olio d'oliva acquistato in qualsiasi supermercato, et voila! Il tuo olio d'oliva è “confezionato”in Italia, ma le olive provengono da Spagna, Grecia e Tunisia.

Eppure i marchi più importanti continuano a mettere “importato dall'Italia” sull'etichetta frontale a caratteri cubitali e altre origini sul retro in caratteri molto piccoli. “In effetti, l'olio d'oliva etichettato ‘italiano ’ viene spesso dalla Turchia, dalla Tunisia, dal Marocco, dalla Spagna e dalla Grecia." Ciò rende poco chiaro quale percentuale di olio d'oliva sia realmente di origine italiana.

CHE COS'È L'OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA?

L'extra vergine è la più alta qualità e la più costosa classificazione dell'olio d'oliva. Non dovrebbe avere difetti e un sapore di olive fresche.

Deve essere prodotto olive interamente selezionate e con mezzi meccanici senza l'uso di solventi e con temperature che non degradino l'olio.

Non è facile produrre olio extravergine d'oliva. Un produttore deve utilizzare olive fresche in buone condizioni e monitorare ogni fase del processo con grande cura.

L'olio extravergine d'oliva non rimane così: anche in perfette condizioni di conservazione, l'olio si degrada nel tempo, quindi è importante goderselo entro i suoi due anni di durata.